Porsche 356

Porsche 356 è stata creata da Ferdinand "Ferry" Porsche (il figlio del fondatore dell'azienda Ferdinand Porsche).

1963 Porsche 356 Carrera 2 - Garage di Jay Leno

Il modello Porsche 356 aveva un motore a 4 cilindri con raffreddamento ad aria, situato nella parte posteriore, usato un pozzetto unificato e la struttura del corpo. Mentre la carrozzeria è stata sviluppata dall'impiegata Porsche Irwin Komenda, la sua componente meccanica (compresi motore, sospensioni e telaio) è stata sviluppata da Volkswagen. La prima Porsche 356 fu testata in Austria, l'8 giugno 1948, e usò molti dettagli da Volkswagen per l'economia di produzione. Gli specialisti di Porsche hanno rapidamente rielaborato e migliorato la vettura per migliorare le prestazioni. I corpi della prima Porsche 356 furono fatti a mano in alluminio di Gmünd, a Stoccarda nel 1950 i corpi erano già fatti di acciaio. I primi 356 furono venduti principalmente in Austria e Germania. Dalla creazione del primo prototipo, Porsche impiegò 2 anni per assemblare le prime 20 vetture. Nei primi anni '50, la Porsche 356 si guadagnò la fama tra gli appassionati di entrambe le sponde dell'Atlantico per le sue qualità aerodinamiche, maneggevolezza e qualità costruttiva superiore. I proprietari del modello 356 di solito guidavano bene anche su strade di strada, mentre stavano inseguendo lungo i binari. Le auto urbane e da corsa hanno portato a Porsche il successo, e nel 1964 la società ha ricevuto un ordine per la produzione di oltre 10 mila automobili, circa 76 mila modelli sono stati prodotti in totale, questi ultimi sono stati assemblati nel 1965.

La base del modello 356 rimase costante per tutta la sua produzione, i miglioramenti tecnici furono preferiti ai piccoli cambiamenti esterni nel design. Tuttavia, i modelli (con corpi sia chiusi che aperti) prodotti dal 1948 al 1965 erano diversi.

La gamma di modelli 356 è principalmente divisa in due grandi gruppi. La Porsche 356 Coupe / Cabriolet (Coupe o cabriolet) è stata facilmente riconosciuta dai parabrezza separati da una rete verticale (1948-1952) o dai parabrezza curvati. Nel 1955, con un piccolo numero di importanti miglioramenti, fu introdotto il modello Porsche 356A. Per la sua designazione di fabbrica (Tipo 1), gli amanti del marchio hanno inventato il suo soprannome T1. All'inizio del 1957 apparve una nuova modifica del modello 356A, noto come Tipo 2 (T2). Alla fine del 1959, dopo significativi cambiamenti esterni e miglioramenti tecnici, apparve la Porsche 356B, o T5.

La versione open-top del corpo, proposta dall'inizio della produzione della Porsche 356 nei primi anni '50, era circa la metà di tutte le auto. Il modello più famoso con un open top era la Porsche 356 "Speedster", apparsa alla fine del 1954. Il doppio Speedster si differenziava dal modello principale aperto con un parabrezza panoramico e una silhouette inferiore: il bordo superiore della porta era di 35 mm più in basso. La capote, una volta piegata, si ritrasse completamente nella nicchia dietro i sedili. Per migliorare in qualche modo l'interno più che modesto, la parte superiore del cruscotto è stata dotata dello stesso materiale utilizzato per rifinire le portiere e i sedili sportivi leggeri. Il motore Speedster da 1,5 litri produceva 55 cv, come opzione offriva una versione 70-forte. Più tardi, la versione ricevette un motore 1.6 litri ancora più potente.

Con il prezzo di $ 2,995 è stata la Porsche più economica, il costo è stato ridotto, risparmiando sulla raccolta. Basti dire che il riscaldatore e il tachimetro sono stati forniti solo come equipaggiamento supplementare. La vettura ha mostrato una migliore accelerazione rispetto alla coupé, anche se il suo massimo a 153 km / h era leggermente inferiore. In ogni caso, la versione Speedster è diventata molto popolare nelle gare automobilistiche americane. Questo modello - forse il più attraente esternamente tra le prime Porsche. È stato prodotto fino al 1959.

Il rilascio di 1171 automobili nel 1957 divenne il picco, e quindi la produzione cominciò a declinare. Al suo posto alla fine del 1958 arrivò il modello "Convertible D". Aveva un parabrezza anteriore più alto e più pratico e finestrini laterali, oltre a sedili più confortevoli. L'anno seguente, l'open-top Porsche 356B Roadster sostituì la Deccapottabile D, ma l'interesse del mercato nel 356 aperto all'inizio degli anni '60 calò significativamente.

Verso la metà del 1962 apparve il modello 356B con carrozzeria di tipo 6: un doppio tappo del radiatore, un tappo esterno sul parafango anteriore destro e finestre allargate. L'eccezionale 356B "Karmann Hardtop" era essenzialmente un corpo cabriolet con un tetto metallico saldato aggiuntivo.

L'ultima modifica della gamma 356 è stata la versione Porsche 356C 1964.

Questa Porsche 356 è guidata contro il grano

Differiva con i freni a disco oltre al motore più potente con spingitori a ventosa nella trasmissione a valvole e 95 cavalli mai prodotti da Porsche. Il picco nel numero di auto assemblate si è verificato nel 1964 - 14151 auto sono state assemblate. Nello stesso anno, il suo follower, la Porsche 911, fu introdotto nel mercato automobilistico statunitense (in Europa, il modello 911 fu introdotto un po 'prima). La società continuò a vendere 356C fino al 1965, mentre la domanda per esso era ancora piuttosto alta, perfino all'inizio dell'era Porsche 911.

Nel 1965, la parola Carrera apparve nel lessico della compagnia. Il nuovo membro della famiglia 356, che ha debuttato a Francoforte, è stato chiamato così in memoria del trionfo delle auto da Stoccarda nella corsa messicana Carrera Panamericana nei primi anni '50. Esternamente, questa è la versione più carica quasi non differisce dallo standard 356 °. Bene, tranne che la targhetta aggiuntiva sull'ala anteriore. Ma all'interno aveva un vero motore da corsa da 1,5 litri. Si è rivelato troppo veloce e la potenza è stata ridotta da 110 a 100 CV. Ma questo era sufficiente per l'uragano, per allora standard, la dinamica - 200 km / h, e il "cento" in meno di 12 secondi.

Il progettista di motori, il dott. Ernst Furman, creò per la prima volta una tale unità sul suo coupé personale 356 e inaspettatamente vinse la manifestazione Liegi-Roma-Liegi nel 1954. Poi ci fu l'idea di rilasciare centinaia di tali vetture per omologarle nella classe del "gran turismo". Non qui era! Coloro che volevano acquistare la più bella Porsche si sono rivelati così tanto che la società ha dovuto impegnarsi seriamente nella produzione di un nuovo modello e mettere un motore potente ma rumoroso, non solo in uno scomparto, ma anche in una cabriolet. La precedente digitalizzazione del tachimetro e del contagiri non era sufficiente e le loro bilance "aumentavano" fino a 250 km / he 8000 giri / min.

Nel 1958, le dimensioni del motore aumentarono fino a 1,6 litri e quattro anni dopo apparve una Carrera 2 da 2 litri: la prima Porsche con freni a disco. Questa coppia ha difeso con successo i colori del marchio in numerose gare di rally e circuiti fino al 1965, quando la produzione su piccola scala di questi modelli è stata interrotta. Tra i principali successi di Carrera c'è la vittoria della sua classe a Le Mans nel 1960.

L'ultimo rappresentante della Porsche di prima generazione, tipo 356C, ha vissuto a lungo sul nastro trasportatore. Preparato per la stagione 1964, un anno dopo, cedette il posto a un modello 911 completamente nuovo: il 356C differiva poco dal suo predecessore 356B. E questa modifica del campione nel 1960, a sua volta, non è molto lontana dal modello A. Un piccolo "serraggio" qua e là, dimensioni leggermente aumentate, nuovi paraurti. Il lunotto allargato e la doppia griglia sul cofano del vano motore non sfuggirono all'attenzione dei fan del marchio. La versione C era quasi la stessa in apparenza, è stata distribuita da copriruota modificati che nascondevano un'innovazione radicale: i freni a disco. Il resto del tech nachinok era identico a entrambe le macchine. Il motore standard da 1,6 litri ha sviluppato 75 CV, la versione forzata del 1600 S - 20 più potenza. Il modello C è considerato il miglior rappresentante in serie della famiglia 356. La vettura ha unito l'affidabilità che era già diventata consuetudine con dinamiche invidiabili, il limite di velocità salito al livello di 175 km / h.

La Porsche 356 è sempre stata apprezzata dalla stampa. Nel 2004, Sports Car International ha classificato il 356C al 10 ° posto nella sua lista di "Le migliori auto sportive degli anni '60". Oggi, la Porsche 356 è un modello da collezionista di tutto rispetto. I modelli più desiderati di questa linea sono la Porsche 356 Carrera, Super 90 e Speedster. Alcuni di loro sono stati messi all'asta per oltre $ 250.000. Una Porsche 356 Carrera Speedster completamente ricostruita (di cui 140 pezzi sono stati fatti) è stata venduta per $ 300.000. Negli anni '50, il costo di tali automobili era di circa $ 4000, ma oggi ne offrono da 20 a 100 mila.

Aggiungi un commento