Rolls royise corniche

Classic Car Challenge: la più grossa Mercedes Vs Rolls-Royce Corniche | Ottima marcia

La prima vettura, che portava il nome di Corniche, era un prototipo del 1939 basato sulla Bentley Mark V. Ma questa macchina non è mai stata messa in produzione a causa dell'inizio della Seconda Guerra Mondiale.

La bellissima ed elegante convertibile a due porte Rolls-Royce Corniche è stata progettata e prodotta dalla Mulliner Park Ward. Il debutto è avvenuto nel 1971. Creato sulla piattaforma Silver Shadow, si distinse per il fatto di avere due opzioni per il corpo: una coupé e una convertibile con un piano pieghevole. Gli interni raffinati sono stati rifiniti con pelle morbida di alta qualità e legni costosi. L'auto era dotata di un sistema di controllo automatico della velocità e nel 1976 nel pacchetto era incluso un condizionatore d'aria. Nel ruolo della forza trainante principale era il volume del motore V8 di 6750 cm3. Il motore ha funzionato in tandem con una trasmissione automatica. È stato rilasciato diverse generazioni di modelli Corniche, ognuno dei quali ha cambiato qualcosa nel design del corpo e finiture.

Nel 1982, il coupé fu tolto da produzione, e tutto il Corniche II fu prodotto nel dorso di una deccapottabile convertibile. Nel 1986, l'auto fu leggermente rielaborata. Il Corniche II ha ricevuto paraurti cromati, una nuova luce di retromarcia, un nuovo profilo di targa posteriore, così come posti aggiornati e un cruscotto. I freni antibloccaggio erano di serie, ma gli airbag nella versione base non erano disponibili. Ma tutto cambiò quando la Corniche III del 1989 fu presentata al Salone di Francoforte nel 1989. Gli airbag sono standard. I paraurti sono stati dipinti con il colore del corpo. Minori cambiamenti hanno interessato l'interno, ad esempio, leggermente alterato il cruscotto. La vettura ha ricevuto il sistema di gestione del motore MK Motronic e la trasmissione automatica a 4 velocità. Nel 1993, il mondo vide Corniche IV. A proposito, dopo la chiusura di Mulliner Park Ward, la produzione è stata spostata nella città di Crewe. Nel 1995, ha rilasciato 25 auto con un motore a turbina, che ha ricevuto il nome di Corniche S.

Il debutto di Corniche V nel gennaio 2000 ha segnato il primo passo della Rolls-Royce nel nuovo secolo. Il corpo è costruito sulla piattaforma di una cabriolet Bentley Azure. Larghezza del passo - 3061 mm. La forma modificata delle ali e le nuove luci hanno conferito all'auto un aspetto più rapido e aggressivo. L'unicità dello stile è sottolineata da una tacca che corre dalla parte superiore dell'ala anteriore alla parte inferiore della schiena. Il salone è progettato con i tradizionali colori della pelle e pannelli con numerosi inserti in legno costoso. Seduta imbottita realizzata a mano.

L'auto è equipaggiata con un motore V8 da 6,75 litri che produce 329 CV. turbocompressione a bassa pressione, con 738 Nm tra 2100 e 2300 giri / min. Il cambio adattivo convertibile. Fino a 100 km / h accelera in 8 secondi e la velocità massima è limitata a 217 km / h. La scelta di un V8 ha causato un problema di peso. L'unità di potenza è abbastanza pesante, oltre al massiccio rinforzo del corpo necessario per la stabilità della cabina aperta, anche aggiunto peso. Di conseguenza, la Corniche V pesa 2.735 kg.

Questa monumentale creazione degli aristocratici britannici del marchio Rolls-Royce è riconosciuta all'unanimità come la più grande e lussuosa cabriolet al mondo. Il look elegante non è influenzato dal tempo. La Corniche non è solo una decappottabile, ma la "macchina romantica" come definita dall'azienda stessa.

All'inizio del 2007, la Rolls-Royce Phantom Drophead Coupe (il secondo nome Corniche Convertible) ha fatto il suo debutto mondiale al Detroit International Auto Show. Il cuore del modello è la base della berlina Rolls-Royce Phantom accorciata di 250 mm. Un team di stilisti ha lavorato al design sotto la guida di Ian Cameron. La vettura ha ricevuto il cofano e il telaio del parabrezza in acciaio satinato, nuovi fari con rettangoli stretti di blocchi LED, una griglia più aerodinamica. Separatamente degno di nota sono le enormi porte che si aprono contro il progresso della vettura. È interessante notare che il produttore ha abbandonato il nuovo tetto rigido: solo la tomaia in tessuto tradizionale (foderata in cinque strati e in cashmere). Una volta ripiegato, occupa un vano separato e non consuma la quantità di bagagli, che è già piccola - 315 litri. Sotto il cofano c'è un motore BMW V12 da 460 cavalli da 6,75 litri abbinato a un cambio automatico ZF a sei velocità. Accelera l'auto a 100 km / h in 5,9 secondi. Cabina confortevole progettata per quattro passeggeri. L'auto è prodotta in Inghilterra solo su pre-ordini.

Aggiungi un commento