Subaru r2

Kaido Racer: 1971 Subaru R2 (K12)

Nel 1971, la Subaru R2 (prima generazione) sostituisce la Subaru 360 fuori produzione. Questa vettura non era destinata a ripetere il successo del suo predecessore, ma in termini tecnici, il modello è significativamente superiore al progenitore.

Nel 2003, Fuji Heavy Industries (proprietaria del marchio "Subaru") introdusse la nuova vettura Subaru R2. L'aspetto del modello di produzione è stato preceduto da una concept car verde, presentata al Motor Show di Tokyo 2001, che è considerato il prototipo della moderna R2.

Lo specialista Andreas Zapatinas, dimesso dal centro di progettazione Alfa Romeo, è stato responsabile dello sviluppo del look di questa vettura insolita. La parte anteriore è realizzata nello stile "aviazione". I fari a forma di goccia, tutti i tipi di prese d'aria insolite - tutto questo sembra molto insolito, dato il conservatorismo di Subaru nel design. La silhouette è realizzata con la tecnica "one motion" ed è sottolineata dalla linea di ali. Una scoperta interessante nell'esterno: i segnalini e le maniglie delle porte sono realizzati insieme alla modanatura laterale.

La cabina può ospitare comodamente 4 adulti. La decorazione degli interni darà una sensazione di intimità e comfort. Plastica plastificata di alta qualità, tappezzeria piacevole, molti portelli per piccole cose: tutto ciò conferisce a R2 un livello completamente diverso. Nei dispositivi, le frecce scompaiono durante l'arresto, gli indicatori sono ingranditi, il colore giallo pallido del cruscotto sembra buono. Si ritiene che i progettisti si siano avvicinati con molta attenzione alla qualità della finitura, evitando il colore lussuoso e rendendola calmo. Se si apre lo specchio interno sul lato posteriore del parasole, la lampadina si accende contemporaneamente.

Nel ruolo della principale forza motrice viene proposto il motore a quattro cilindri in linea con iniezione di benzina distribuita. Il volume di lavoro di questo motore "EN07" è 658 cm³. La particolarità dell'unità è che è posizionata sulla Subaru R2 in tre diverse versioni (a seconda della versione del veicolo).

La più economica è la modifica "i", che è dotata di questo motore con un albero a camme (8 valvole con un albero a camme superiore), che sviluppa 46 CV.

Poi arriva la modifica "R" con un motore di tipo DOHC da 54 CV (16 valvole con 2 alberi a camme in testa).

E, infine, la versione più avanzata, la modifica S con un motore di maggiore potenza del tipo "Caricatore Super DOHC" (turbocompressore e "intercooler"). La potenza massima sviluppata è di 64 CV Il numero di cilindri - 4, due alberi a camme, il motore è armato con un SuperCharger di aspirazione forzata. Esternamente, un'auto con questo motore si distingue facilmente per l'aspirazione dell'aria sul cofano.

Subaru R2 è equipaggiato in modo schiacciante con un variatore a cinghia trapezoidale i-CVT a variazione continua. Il variatore è accoppiato al convertitore di coppia, che viene attivato solo su rapporti di trasmissione inferiori (blocco). Nella modifica "S", il variatore ha una modalità di cambio manuale, chiamata Sport shift, e consente di modificare la velocità in un modello a 7 livelli.

Sospensione: anteriore McPherson, posteriore semi-indipendente (bracci longitudinali accoppiati). Questa sospensione inghiotte perfettamente gli urti sulla strada e offre un maggiore comfort durante la guida. Freni a disco anteriori (ventilati), tamburo posteriore. Cremagliera e pignone con servosterzo elettrico.

L'auto, a seconda della modifica, è dotata di ruote in fusione con dimensione 14 per 4 1 / 2J (pneumatici 155 / 65R14) o 15 per 4 1 / 2J (pneumatici 155 / 60R15). Il raggio di sterzata è di 4,7 metri (modifiche "S" - 4,8 metri).

A causa del fatto che R2 appartiene alla classe compatta, Subaru ha prestato molta attenzione alla sicurezza. L'auto include già caratteristiche di sicurezza standard come le cinture di sicurezza con pretensionatori e airbag (compresi gli airbag laterali). Inoltre, il veicolo utilizza il sistema di assistenza alla frenata di emergenza. I freni stabiliti sono di dimensioni R13 e sono basati su dischi ventilati. L'auto è dotata di distribuzione elettronica della forza frenante (EBD) e di un sistema di ruote di bloccaggio (ABS).

L'auto è offerta con una miriade di opzioni: luce allo xeno, minidisco / lettore CD o CD / caricatore, sensore pioggia, portabicchieri davanti e dietro, hardware per il seggiolino per bambini, sedile posteriore ribaltabile e specchi pieghevoli.

Dopo la prima, l'auto è stata immediatamente disponibile in 11 colori. Per la pittura interna offriva due colori.

Alla fine del 2004, la situazione cambiò leggermente. Rimangono undici sfumature, il giallo pallido (limone) è stato sostituito da un giallo più saturo. Ma il cambiamento più importante riguarda il fatto che l'uno o l'altro colore del corpo è diventato "attaccato" alla modifica della vettura e al colore degli interni. Ad esempio, le tonalità di giallo, verde e lilla sono disponibili solo nella modifica "I" (così come l'interno luminoso). E nero, blu, bianco nella modifica "R" (con un interno scuro).

Nel 2005, il numero di colori di base è diminuito da 11 a 8. Nello stesso tempo, sono apparsi nuovi colori (verde brillante, arancione e beige metallizzato).

Alla fine del 2004 è stata lanciata la modifica R2 Custom. Tra le differenze esterne della vettura da altre modifiche R2, vale la pena notare gli indicatori di direzione laterali scoloriti, così come una nuova forma del paraurti anteriore, realizzata in modo aggressivo. Sono disponibili portelloni posteriori e luci antinebbia oscuranti del portellone. Il soffitto esteso da 20 mm rende più confortevole la guida di questa vettura. Per maggiore sicurezza nella cabina sono stati installati nuovi poggiatesta.

Inoltre la possibilità di installare la trazione integrale (su richiesta).

L'interno è realizzato in uno spirito sportivo leggero con numerosi inserti in plastica realizzati in metallo. La versione R2 Custom ha un sistema audio standard con CD / MD e radio FM.

Aggiungi un commento