Citroen c1

Recensione Citroen C1 hatchback (2005-2014) - CarBuyer

Alla fine del 2004, sono apparse le prime informazioni sulla cooperazione tra la società francese PSA e la Toyota giapponese per la produzione di una nuova auto utilitaria. Il risultato della cooperazione è stata la nascita di tre vetture contemporaneamente: la Toyota Aygo, la Citroen C1 e la Peugeot 107. Queste tre vetture, nella loro essenza, si differenziano solo per le caratteristiche di design di ciascun marchio specifico.

Citroen C1 2005 anno

Il 28 febbraio 2005 le prime macchine sono uscite dalla catena di montaggio. Le auto vengono prodotte nella Repubblica Ceca, in una fabbrica nella città di Kolin, le cui capacità consentono di produrre fino a 100.000 veicoli di ogni marca all'anno.

Le auto super-miniviste si distinguono sempre per il loro design luminoso. C1 non fa eccezione. L'auto è caratterizzata da brevi sbalzi, paraurti voluminosi con forme sporgenti, che lo rendono ancora più attraente, dimostrando allo stesso tempo la forza e la sicurezza del corpo. Il C1 si distingue per il portellone posteriore e le luci posteriori originali, così come per il design insolito delle portiere posteriori che si estendono fino alle luci posteriori.

Nella cabina dei sedili morbidi francesi, insoliti, situati ai lati della consolle centrale tondi di controllo del flusso d'aria e della temperatura, giocosa "palla" del tachimetro, che sale e scende con il piantone dello sterzo. Bello e gioioso. Tutti gli interruttori si trovano in luoghi convenienti e non è di dimensioni non importanti. Anche i numeri sul tachimetro sono enormi e sono chiaramente visibili. Nonostante le ridotte dimensioni della vettura, è molto comodo sedersi al volante, ma il volante è regolabile solo in altezza e i conducenti più alti potrebbero avere problemi con l'atterraggio. Una macchina per due passeggeri, sono abbastanza comodi e persino spaziosi. Ci sono poggiatesta che, in assenza di cavalieri, si muovono nella parte posteriore del sedile, in modo da non interferire con la visibilità. Il tronco ha dimensioni molto modeste.

Il motore a benzina da 68 CV ​​a tre cilindri con fasatura variabile delle valvole (VVT-i) viene prodotto nel nuovo stabilimento in Polonia, costruito dalla Toyota. Qui sono presenti anche cambi a cinque velocità, incluse le loro versioni robotizzate: M-MT (Cambio manuale multi-modalità). Sospensioni Toyotovskie: il fronte con cambiamenti minimi migrati dall'auto Yaris della seconda generazione (servosterzo elettrico da lì), e la sospensione posteriore è stata presumibilmente sviluppata di nuovo, anche se esteriormente differisce poco da quella messa sul nuovo Yaris - semi-dipendente, con V barra trasversale a forma di, con molle distanziate e ammortizzatori. La sospensione ignora generosamente le piccole irregolarità, ma su brevi onde d'asfalto ("washboard") inizia un grave tremito.

Il peso dell'auto è solo di 800 kg e la potenza del motore dell'auto è più che sufficiente, accelera bruscamente nel flusso di auto e non è in ritardo rispetto agli altri utenti della strada. 

Riassumendo tutto quanto scritto sopra, si può affermare con sicurezza che la collaborazione tra il giapponese e il francese è stata un successo. I francesi si sono occupati del design e il giapponese ha creato un motore e delle sospensioni eccellenti. Infine, i fan in stile francese potranno godere della qualità giapponese.

Citroen C1 2012

Nel 2009, ha tenuto un modello restyling. L'auto ha ricevuto piccoli cambiamenti esterni, l'imbottitura tecnica è rimasta la stessa. Aggiornato C1 ha un design diverso della parte anteriore, in particolare, un nuovo paraurti con presa d'aria e nuovi bordi protivotumanok. Salon ha ricevuto nuovi materiali. In Europa, la nuova attrezzatura è diventata disponibile: una combinazione di interni in pelle e alcantara. L'equipaggiamento di base offre aria condizionata, radio registratore a nastro, cerchi in lega e volante rivestito in pelle e leva del cambio.

Per quanto riguarda l'imbottitura tecnica, l'auto è diventata più economica ed ecologica. Ci sono due motori tra cui scegliere: un turbodiesel da 68 litri o 1,4 litri da 1,0 litri con una capacità di 55 CV.

Nel 2012, il modello più compatto Citroen è stato aggiornato una seconda volta. La prima mondiale del C1 rinnovato ha avuto luogo al Salone di Bruxelles (Salone dell'Automobile di Bruxelles) il 10 gennaio. L'auto ha ricevuto un aspetto più audace, nuove attrezzature, tecnologie innovative e un motore più economico. La differenza principale del C1 aggiornato del 2012 era un fronte modificato con un paraurti completamente nuovo, un nuovo blocco di fendinebbia, in cui apparivano strisce verticali di luci di marcia a LED e un diverso design dell'emblema (era inscritto in un cerchio). I fari sono rimasti gli stessi, tuttavia, a causa del fatto che il cofano è diventato un po 'più corto - il loro aspetto sembra rinnovato e il paraurti anteriore più massiccio. Inoltre, l'auto ha le ruote con un design modificato.

Il motore da 3 litri a tre cilindri da 68 litri di base è diventato un po 'più economico, il consumo medio nel ciclo combinato è stato ridotto a 4,3 litri per cento chilometri (per auto con meccanica) e con un "robot" - circa 4,5 l / 100 km . Le emissioni di sostanze nocive da un motore modernizzato sono ridotte a 99 g / km, che esentano i proprietari di questa auto dalla tassa stradale in Europa. Il motore può essere abbinato a una trasmissione manuale oa un cambio automatico (Electronic Gearbox System), che può essere controllato elettronicamente dai lobi del volante integrati. Inoltre, ora sarà possibile ordinare Citroen C1 2012 con un nuovo motore da 1,2 litri, con 86 cavalli di potenza

L'interno della modifica di EGS ha ricevuto un nuovo volante con lobi di controllo speciali, e una versione di autovettura a tre oa cinque porte con una scatola del cambio manuale acquisirà una nuova leva per commutare le fasi. Un'altra utile novità era un sistema audio per dischi multimediali con una scatola di connessione integrata (interfacce Bluetooth e USB).

La C1 di nuova generazione è prevista per il 2014.

Aggiungi un commento