Festa di ford

Il 3 dicembre 1973, Henry Ford e il consiglio di amministrazione della Ford Motor Company decisero di lanciare un progetto chiamato Bobcat.

Ford Fiesta 2019 recensione dettagliata approfondita | carwow recensioni

Bobcat era solo un nome in codice. Per molto tempo, la società non ha osato annunciare il vero nome, il che ha portato a molte congetture e supposizioni sul nuovo modello della stampa. Alla fine, nel 1975, in una conferenza stampa a Detroit, Henry Ford II annunciò il vero nome del modello: Fiesta. La produzione della nuova auto è stata lanciata nei due più grandi stabilimenti: a Colonia (Germania) e Danton (Inghilterra).

La famiglia compatta Ford Fiesta 3 porte e 5 porte è in produzione dal 1976. Il motore da 1,0 litri da 40 cavalli è diventato il propulsore di base per questo modello, ma era anche più potente, all'epoca, della versione Ghia con un motore da 1,1 litri da 53 cavalli in grado di raggiungere una velocità massima di 147 km / h. Il motore è abbastanza compatto, si leva in piedi attraverso lo scompartimento. Il radiatore si trova in posizione classica, davanti, e per garantire condizioni termiche alle basse velocità, è dotato di un elettroventilatore che si accende automaticamente con un sensore termico sull'alloggiamento del termostato. Il generatore si trova sulla parte superiore del motore (anteriore nella direzione di marcia), azionato da una cinghia a V.

Sospensione MacPherson nella parte anteriore, bracci inferiori con cuscinetti a sfera, la parte superiore dell'ammortizzatore poggia su blocchi di gomma-metallo nelle tazze di supporto del corpo. A proposito, il corpo della Fiesta della prima generazione attira l'attenzione per il fatto che nella sua fabbricazione viene utilizzato acciaio di vari spessori - più spesso su parti portanti, più sottile sui pannelli della carrozzeria.

La cabina era considerata una delle più comode e spaziose della classe B. Lo schienale del sedile posteriore è rimovibile, che consente di ottenere, se necessario, un vano di carico abbastanza grande. La trasmissione meccanica della frizione è inoltre dotata di una compensazione automatica dello stiramento del cavo e dell'impostazione del pedale del minimo ottimale. Tutti i pedali (freni, frizioni, gas) del tipo sospeso, di design identico, si trovano abbastanza comodamente.

Il sistema di accensione è semplice, a contatto con un classico interruttore e distributore. Il carburatore è anche un comò di avvio molto semplice, a camera singola, azionato meccanicamente.

Per la maggior parte, i comandi sono focalizzati sul volante: indicatori di direzione, interruttori luce e tergicristallo. Lavabicchieri elettrico.

L'impianto di riscaldamento, nonostante la sua semplicità, è abbastanza efficace, ha molti deflettori regolabili nella parte anteriore, che consentono di soffiare il parabrezza e i finestrini laterali nella zona degli specchi. Il lunotto ha un riscaldamento elettrico integrato. Il sistema a doppio freno, i freni a tamburo posteriori sono dotati di una compensazione automatica dell'usura delle pastiglie.

La "festa" della prima generazione è caratterizzata da: fianchi larghi, naso quadrato e aperture arrotondate. Nel 1983, la Fiesta I subì la prima significativa modernizzazione, che portò all'emergere di una seconda generazione. La maggior parte delle modifiche ha interessato la parte anteriore della vettura, che è diventata più fluida, illuminata, così come l'interno. La tre porte Fiesta II è stata offerta in diversi livelli di allestimento, che vanno dalla più semplice Fiesta C alla squisita e riccamente attrezzata Fiesta Ghia. È stata prodotta anche una versione cargo della Fiesta Kasten.

Sul veicolo sono stati installati motori a benzina delle famiglie Kent e CVH con volumi da 1,0 a 1,4 litri (da 45 a 75 hp). Il motore da 1,6 litri (95 CV) è stato installato sulla versione sportiva di Fiesta XR2. Inoltre, la seconda generazione della Fiesta era equipaggiata con un motore diesel da 1,6 litri (54 CV).

Dal 1985, alcune modifiche iniziarono ad installare una trasmissione automatica e nel 1986 apparve un motore a iniezione da 1,4 litri.

L'auto ha acquisito caratteristiche speciali e ha iniziato a sembrare più dinamica. L'ultima Ford Fiesta della seconda generazione è stata rilasciata nel 1989, con un totale di quasi 2 milioni di auto prodotte tra il 1983 e il 1989.

La storia della terza generazione inizia con la modernizzazione nel 1989. Fiesta ha ricevuto un corpo più grande e una meccanica aggiornata. Ora l'auto è stata prodotta non solo a tre porte, ma anche nella versione a cinque porte.

La terza generazione di Fiesta è stata la prima vettura di piccole dimensioni con ABS elettronico a quattro canali, un sistema di frenata di emergenza e un sistema di distribuzione dello sforzo di trazione. Oltre alla versione hatchback, è stata prodotta la versione cargo Fiesta Kasten e nel 1991 è stato introdotto il furgone Fiesta Courier. La modifica XR2i e la supersportiva RS Turbo furono introdotte nel 1990 e nel 1992, a cui si unì una potente versione della Fiesta RS1800 con un motore 1.8 16V con una potenza di 130 CV.

Alla fine del 1995, la gamma di modelli Ford fu rinnovata con una Fiesta completamente nuova, equipaggiata con una serie di nuovi motori Zetec SE (75 CV nella versione da 1,25 litri e 90 CV nella versione da 1,4 litri). La versione da 1,3 litri del motore a benzina (60 cv) è stata ribattezzata Endura-E e il motore diesel Endura-D da 1,8 litri, 60 cv, ha completato la linea.

La terza generazione della Fiesta fu interrotta alla fine del 1996, quando fu sostituita dalla Fiesta IV.

Nell'agosto del 1995 fu introdotta la quarta generazione. Fiesta IV è stata prodotta nella forma di una tre volumi e tre porte. Dal 1996, ha iniziato a produrre la prossima generazione di Fiesta Courier, e dal 1998 - la prossima generazione di modifica del carico - Fiesta Kasten.

Nella decorazione d'interni sono comparsi materiali più costosi.

Motori a benzina installati della famiglia Endura con un volume di 1,3 litri (50 e 60 CV) e nuovi motori della famiglia Zetec SE con un volume da 1,25 a 1,4 litri (da 75 a 90 CV), nonché un motore diesel volume di 1,8 litri (60 e 75 hp con iniezione diretta).

La modifica più potente del 2000 è stata la Fiesta IV Sport con un motore 1.6 valvole da 16 litri (103 CV): l'auto ha accelerato fino a 100 km / h in 10 secondi. La versione sportiva aveva ruote in fusione da 15 pollici, si distingueva anche per le marce più "corte" e per le sospensioni più rigide. Al salone dell'auto di Francoforte nel 1999, Ford introdusse una "Fiesta" aggiornata, che ricevette nuove caratteristiche di famiglia, vale a dire i fari nello stile New Edge, una diversa forma di paraurti e una falsa griglia del radiatore.

Nel 2002, la quinta generazione di Fiesta ha debuttato al salone dell'auto di Francoforte. Il nuovo modello ha ricevuto attrezzature avanzate. Quando è stato sviluppato, i creatori di Ford si sono concentrati principalmente su aspetti quali spazio, stile, sicurezza e controllo di qualità.

Rispetto alla generazione precedente, Fiesta V è più grande, più pesante e ha un passo più largo. A causa dell'aumento delle dimensioni, i progettisti sono riusciti a rendere più confortevoli i sedili posteriori e l'auto, in generale, più stabile. Il design del corpo non assomiglia alla Fiesta della generazione precedente.

Il salone è abbastanza accogliente. I posti sono imbottiti e abbastanza comodi. La loro regolazione è molto semplice: lo spostamento frontale e avanti e indietro viene eseguito con una staffa larga. La parte posteriore del cuscino del sedile anteriore, se lo si desidera, può essere sollevata e abbassata con una leva in plastica speciale. L'inclinazione dello schienale è regolata da una comoda rotella, la cui estremità è prudentemente dotata di un elastico in modo che le dita non scivolino. Il sedile posteriore si piega in tutto o in parte. In questo caso, il vano bagagli viene aumentato di oltre tre volte.

Ford Fiesta 2013-2017 recensione | Recensioni Mat Watson

Non solo i dispositivi hanno una retroilluminazione, ma tutti i pulsanti verso i pulsanti della finestra di alimentazione della finestra laterale. Il volante confortevole, rivestito in pelle naturale, ha un servosterzo sensibile e informativo.

Il corpo è una robusta scatola con i fianchi rigidi stampati a tutto tondo e una parete posteriore quasi verticale, che aumenta il vano bagagli rispetto alla vecchia Fiesta, che aveva una parte posteriore inclinata.

Le porte hanno una protezione aggiuntiva contro gli urti laterali e le loro cornici rigide non limitano la vista. La quinta porta può essere aperta con un pulsante speciale situato sul lato sinistro del cruscotto. Tutti gli occhiali hanno una tonalità discreta, visibile solo dall'interno. Elettrico dotato solo dei finestrini laterali anteriori.

I creatori hanno prestato particolare attenzione alla sicurezza dei passeggeri Fiesta. L'auto è equipaggiata con due airbag, quattro tende antiurto. La sicurezza è aumentata dai freni antibloccaggio, che è particolarmente buono su superfici stradali bagnate e scivolose.

La Fiesta V utilizza motori a benzina Duratec da 1,3 a 1,6 litri (da 58 a 100 CV) e un motore turbo diesel da 1,4 litri (68 CV)

L'auto sembra molto attraente e moderna, il modello del 2002 è un ulteriore passo verso lo sviluppo delle idee e delle tecnologie più avanzate.

Nel 2003, l'unità sportiva Ford TeamRS, formata un anno prima specificamente per la progettazione di versioni sportive di vetture di serie, costruì una versione sportiva della Fiesta ST con un motore Duratec ST da 150 CV. Una caratteristica distintiva della serie Ford ST fu la striscia rossa centrale, che apparve per la prima volta esattamente su Fiesta ST. Inoltre, questa modifica si distingue per la griglia aumentata, i paraurti bassi, l'altezza da terra ridotta, lo spoiler posteriore e i cerchi in lega da 17 pollici.

Nel 2004, la Fiesta Van, un nuovo furgone basato sulla Fiesta, fu lanciata nello stabilimento Ford in Germania.

Nel 2008, la prima mondiale della Ford Fiesta di nuova generazione ha avuto luogo a Ginevra. L'aspetto del modello di produzione è stato preceduto da un concetto chiamato Verve. La vettura ha ricevuto un design aggressivo, atletico e moderatamente futuristico. Lo stile cinetico aziendale Ford si manifesta in ogni pannello del corpo. Gli enormi fari con una geometria complessa e l'ottica posteriore di forme fantasiose colpiscono l'occhio. La silhouette a forma di V cadde nell'argomento. Dopo tutto, la Ford Fiesta è sempre stata famosa per il suo carattere accattivante. Per quanto riguarda la tavolozza dei modelli, la Fiesta 2009 è prodotta come una tre volumi a tre porte e cinque porte.

La nuova Fiesta è attraente non solo esternamente, ma anche internamente, o meglio tecnicamente. I creatori hanno cercato di equipaggiare una macchina compatta con tutti i risultati della tecnologia moderna. L'interno non lascerà nessuno indifferente. L'accesso al salone fornisce una chiave senza contatto, il motore si avvia con un pulsante. C'è abbastanza spazio per quattro adulti. Anche nella Ford Fiesta apparvero l'interfaccia Bluetooth, la porta USB, il volante regolabile sulla partenza e l'airbag per le ginocchia del guidatore. E nelle versioni costose ci sarà anche uno scudo Ford Convers +, testato con successo su Mondeo e S-Max.

La tavolozza delle unità di potenza è rappresentata da cinque opzioni: quattro benzina e una diesel. La benzina di base è una 1.25-litro 60-hp, seguita da un 1.25-litro 82-hp, 1.4-litro 96-hp. La versione più potente è equipaggiata con un motore Duratec da 1,6 litri che produce 120 CV. Tra le sue caratteristiche è il sistema di fasatura variabile delle valvole all'ingresso. L'unica unità diesel è rappresentata da un 90 litri da 1,6 litri. I cambi sono "meccanica" a 5 velocità e "automatica" a 4 rapporti. Lo schema di sospensione non cambierà fondamentalmente: montanti McPherson nella parte anteriore e raggio torcente nella parte posteriore.

L'auto è prodotta nelle fabbriche di Colonia, in Germania e a Valencia, in Spagna. La Fiesta 2009 è una nuova fase del programma di sviluppo globale di Ford. Fino al 2010, la società progetta di portare il modello ai confini di Asia, Sudafrica, Australia e Stati Uniti.

Al Salone di Parigi 2012, si è tenuta la presentazione ufficiale della Ford Fiesta con il restyling del portellone. L'auto aggiornata ha ricevuto una griglia trapezoidale nello stile dei modelli Ford Focus e Fusion. Le luci di marcia diurna sono diventate LED. Ma la cosa principale in questo aggiornamento non è cambiato aspetto, e una gamma di motori rivista.

Fiesta restyling sarà in vendita sul mercato europeo con i seguenti motori a benzina: aspirati 1.0 (80 hp), 1.25 (60 e 82), 1.6 (105) e anche con il motore turbo EcoBoost 1.0 (100 o 125). Nella famiglia delle unità turbodiesel saranno 1,5 TDCi (75 forze) e 1,6 TDCi (95). Pertanto, sulla Fiesta, le specifiche europee non saranno più equipaggiate con motori 1.4 (96 hp), 1.6 (120 e 134) e 1.4 TDCi (70). Anche la versione "carica" ​​della Fiesta ST è stata aggiornata, che ora è equipaggiata con un motore turbo da 1,6 litri da 182 cavalli. Non è ancora noto quali motori saranno costituiti dal titolare di modifiche russe. 

Il sistema start / stop sarà disponibile con le versioni 1.0 e 1.6 TDCi Econetic. Alla restyling di Fiesta installano cambi meccanici e preselective robotizzati.

Il modello ha ricevuto il sistema multimediale Sync, che, oltre a musica e informazioni, include un'opzione di emergenza che collega direttamente il conducente, i passeggeri con operatori, i servizi di emergenza locali in caso di incidente, il sistema di sicurezza MyKey, che consente di bloccare l'accesso a determinate funzioni del veicolo (limite di velocità, audio, ecc.). Sarà anche disponibile un sistema di avviso di collisione a bassa velocità ("Città di stop").

Aggiungi un commento