Opel speedster

Prima che Opel pubblicasse la versione seriale dello Speedster, nel 1999, fu introdotta a Ginevra la roadster concettuale Opel Speedster, creata in collaborazione con gli specialisti della compagnia inglese Lotus.

Opel Speedster 2.2L 840kg GARA DI SCARICO - BRUTAL CITY DRIVING [RAW POV]

Una doppia auto è stata costruita su un nuovo telaio in alluminio e dotata di un motore Ecotec 4 cilindri con un blocco di alluminio e una testata cilindri. Il volume unitario di 2,2 litri e la potenza di 147 litri. a.

Lo Speedster concettuale si è rivelato abbastanza facile (meno di 800 kg), che ha avuto un effetto positivo sul tasso di accelerazione. A "centinaia" l'auto accelera in meno di 6 secondi e la velocità massima è di 220 km / h. Il consumo medio di carburante di circa 7 l / 100 km.

Il concetto suscitò interesse e meritò una reazione positiva da parte del pubblico, che influenzò la decisione di Opel di mettere lo Speedster sul nastro trasportatore. Nello stesso showroom, l'auto ha ricevuto il titolo della più bella convertibile dell'anno.

In breve, un anno dopo, il modello seriale Opel Speedster vide la luce. L'auto non è cambiata molto dall'anno scorso. Resta lo stesso compatto (3790 x 1711x 1112 mm). In combinazione con un baricentro basso e uno sterzo preciso e veramente sportivo, esibisce un comportamento eccellente alle alte velocità. L'uso diffuso dell'alluminio nelle sospensioni ha permesso di ridurre le masse non sospese, il che ha avuto un effetto molto positivo sulla maneggevolezza dello Speedster. A proposito, l'alluminio è ampiamente usato nel rivestimento.

Il motore è guidato da un pulsante situato sul pannello frontale. La frenatura è garantita da freni a disco ventilati su tutte le ruote. Pneumatici Bridgestone Potenza (175/55 nella parte anteriore, 225/45 nella parte posteriore).

Il nome della novità Opel non è nuovo, gli americani all'inizio del secolo scorso lo chiamavano un carrozzerie sportive. Modelli con questo nome si trovano in Porsche e Plymouth. In inglese, "Speedster" indica il padrone della velocità (dalle parole velocità - velocità, sterzata - al controllo).

Nel 2002, al Salone di Parigi, Opel ha presentato un'interessante innovazione concettuale Eco-Speedster, costruita sulla base del roadster Speedster.

Probando el OPEL SPEEDSTER! K un kart con forma di coche? : D

Il concetto differisce da un campione seriale in un corpo chiuso e un paraurti modificato, ma il clou principale è sotto il cofano. La vettura era equipaggiata con un motore turbo diesel da 1,3 litri con un sistema di iniezione a punti multipli e una turbina con geometria variabile della lama. Motore Ecotec, 112 CV consente all'Eco-Speedster di raggiungere una velocità di 250 km / he di guidare 100 chilometri su 2,5 litri di gasolio. Nella produzione della vettura sono stati utilizzati materiali in fibra di carbonio, che hanno permesso di raggiungere un peso di 660 kg.

Proprietà piacevolmente sorprese e aerodinamiche. Il coefficiente di resistenza è solo 0,20 Cx.

Eco-Speedster rimarrà un'esibizione espositiva, il compito principale di Opel è stato quello di presentare un nuovo motore diesel, che è uno sviluppo congiunto della GM e della Fiat italiana.

Nell'aprile 2003, Opel amplia la gamma di modelli Speedster Roadster, introducendo una versione carica con un motore turbo da 2 litri e 200 CV. L'ideale in termini di controllabilità della distribuzione del peso è stato raggiunto grazie al layout del motore centrale (il motore si trova immediatamente dietro il sedile del guidatore). Risulta che ogni cavallo porta solo 4.65 kg.

Con il nuovo motore, la Opel Speedster da 930 kg può accelerare fino a cento chilometri all'ora in soli 4,9 secondi. Allo stesso tempo, la velocità massima della novità raggiunge i 240 chilometri all'ora.

Oltre a un propulsore più potente, il nuovo modello si differenzia dal modello base per un kit aerodinamico leggermente modificato, un design modernizzato della parte anteriore del corpo e riceverà anche ruote da 17 pollici più grandi.

Il clou dello Speedster Turbo è un telaio da corsa puramente leggero e resistente. La base è costituita da pannelli monoscocca in alluminio e pannelli di carrozzeria in fibra di vetro.

Nell'autunno del 2005, la premiere della nuova generazione di Speedster è prevista a Francoforte. La novità sarà costruita sullo stesso telaio del modello americano Pontiac Solstice. Allo stesso tempo, riceverà altre impostazioni per il telaio e sarà completato con motori a quattro cilindri con una capacità da 120 a 140 cavalli. Inoltre, il layout dell'auto consentirà anche l'uso di motori a sei e otto cilindri.

L'esterno avrà molte caratteristiche simili con la sua controparte americana, ma allo stesso tempo riceverà un design realizzato nel nuovo stile aziendale del marchio tedesco.

Aggiungi un commento