Renault safrane

🚗 RENAULT SAFRANE: € 300 Comme neuve!

Nel 1992, il debutto della berlina a trazione anteriore Renault Safrane, in sostituzione della Renault 25. Il nuovo modello entrò nella storia dell'industria automobilistica francese, come la Renault più grande e lussuosa. Specialisti e appassionati di auto apprezzano molto i vantaggi di questa vettura come un design elegante, un elevato livello di comfort, sicurezza attiva e passiva.

Inizialmente, Safrane era stata offerta ai clienti in un set completo per il suo tempo. Chiusura centralizzata con telecomando, computer di bordo completamente elettrico, misuratore di chilometraggio, MOT, climatizzazione, ABS, servosterzo e numerosi altri elementi di comfort completano la dotazione di base.

La macchina ha un controllo morbido. La sospensione filtra bene i dossi stradali. La resistenza su asfalto è assolutamente equilibrata. Il corpo è caratterizzato da alta qualità e lunga durata.

Il salone è molto spazioso, la sua parte posteriore è facilmente trasformabile e pratica nell'uso. Inizialmente, la gamma di modelli comprendeva due motori di iniezione a quattro cilindri: un volume di lavoro di 2,0 e 2,2 litri di 107 e 110 CV. Anche sul modello hanno installato le loro versioni con una testata a 12 valvole, la cui potenza ha raggiunto 135 e 140 CV

Il più potente era il V6 da 170 litri da 3,0 litri, e il più economico era il diesel da 2,1 litri da 90 cavalli, che con un cambio manuale a cinque marce consumava solo 7,8 l / 100 km in città. Nel marzo 1993, fu completato da un turbodiesel di 2,5 litri con 112 hp, una società che era turbodiesel di 2,1 litri con 88 hp.

Renault Safrane è stato spesso offerto con una trasmissione automatica. All'epoca della comparsa del modello in francese, non esisteva un "automa" del proprio design e si rivolgevano al noto costruttore tedesco: la società ZF. I tedeschi hanno offerto la scatola della serie AD4, che è già stata utilizzata su Volkswagen Corrado e su alcuni modelli Audi.

Nel novembre 1993, la versione Safrane Biturbo esce con un motore a benzina V6 da 3,0 litri con 268 CV.

La presentazione di questa vettura si è svolta a Francoforte sul Meno. E questa era la ragione. Il fatto è che durante la creazione di Safrane, i francesi si sono rivolti a due chierici più autorevoli tedeschi, Herbert Hartge e Gunther Irmscher, per chiedere aiuto. Gli specialisti "Hartge" sono impegnati nello sviluppo di un sistema di doppia sovralimentazione e adattamento del telaio in accordo con le nuove caratteristiche del motore. I compiti dell'azienda "Irmscher" includevano l'introduzione nel design della vettura di alcuni elementi di "sportività" e l'implementazione dell'assemblaggio finale.

Secondo il progetto "Hartge", il motore V6 di base da 3 litri era equipaggiato con due turbocompressori compatti, che, a causa della piccola inerzia delle turbine, creavano un rapido aumento della pressione di sovralimentazione. Di conseguenza, la coppia massima di 363 Nm (37 kgm) viene raggiunta a 2500 giri / min e nel range di 2300-5000 giri / min, il valore di coppia è almeno del 97% del massimo. Il motore sviluppa una potenza di 263 litri. a. (193 kW) a 5500 rpm e fornisce alla vettura una velocità massima di 250 km / h. Da zero a 100 km / h, Safrane Biturbo accelera in 7,2 secondi.

Safrane Biturbo è disponibile in due versioni di attrezzature e finiture: RXE e Baccara. A livello tecnico, Safrane Biturbo ha superato molti dei suoi concorrenti. Non una sola auto francese offre così tante tecnologie avanzate contemporaneamente: trazione integrale permanente con giunto viscoso come differenziale centrale, servosterzo con efficienza variabile (in base alla velocità), sistema di frenata antibloccaggio, sospensione posteriore multi-link con caratteristiche variabili degli ammortizzatori .

Safrane Biturbo ha cerchi in lega da 17 pollici con pneumatici 225 / 45ZR17. L'equipaggiamento di serie è il rivestimento in pelle, l'impiallacciatura in noce lucido nella finitura interna, il sedile del guidatore, il volante e gli specchietti retrovisori, un sintetizzatore vocale che comunica al guidatore le condizioni dell'auto, l'aria condizionata automatica, un sistema audio 4x20 W con lettore CD -disc, radiotelefono cellulare (eseguito da Baccara), antifurto con telecomando, airbag gonfiabile per l'autista e così via. L'unica attrezzatura personalizzata è il tetto apribile apribile.

Nel 1996, Renault Safrane restyling. L'auto ha ricevuto una nuova gamma di motori, una serie di miglioramenti tecnici, cambiamenti nell'aspetto. Grazie al rivestimento cromato del radiatore, una nuova illuminazione anteriore e posteriore, un paraurti integrale anteriore aerodinamicamente più vantaggioso e un cofano modificato Safrane hanno acquisito un aspetto leggermente diverso.

Dopo aver aggiornato il modello, Safrane ha iniziato a installare trasmissioni automatiche realizzate in Giappone. Una buona alternativa al "automatico" è un cambio manuale a 5 marce di produzione propria. Lei delizierà i fan di uno stile di guida attivo.

Gamma di motori: benzina 1,9 litri 16 cl / 136 CV, 2,4 litri 20 cl / 165 CV, 3,0 litri V6 / 167 CV, turbodiesel 2,2 l 12 classe / 113 CV

Sospensione Safrane. Anteriore McPherson implica la presenza di montanti di ammortamento e bracci trasversali triangolari con blocchi verticali silenziosi, c'è una barra antirollio. Forcella posteriore, asta di spinta, molle elicoidali, ammortizzatori coassiali e tutto lo stesso stabilizzatore. A causa del fatto che la sospensione posteriore Renault Safrane ha un cosiddetto effetto di propulsione, la convergenza è regolata non solo sulle ruote anteriori, ma anche sul retro.

Un effetto dell'elica di prua non è l'unica caratteristica di una sospensione Safrane. Versioni potenti e costose della vettura erano equipaggiate con una sospensione pneumatica molto originale.

Insieme con le molle, qui venivano usati i soffietti d'aria. Nel vano bagagli sono stati installati un compressore e un'unità elettronica, i cui sensori hanno monitorato la posizione del corpo vettura al momento. Quindi, se nella macchina solo l'autista, si muove senza intoppi, senza cedimenti e rotoli. Quando si carica con bagagli o passeggeri, gli automatismi pompano gli ammortizzatori al livello desiderato, sollevando in tal modo l'auto sopra la strada. Il compito principale del design delle sospensioni pneumatiche è di mantenere una distanza dal suolo costante, che consente di spostarsi nel modo più confortevole possibile, anche in curva.

La maggior parte di Safrane ha freni a disco su tutte e quattro le ruote. Le uniche eccezioni sono le modifiche rare con motori "a basso volume" che non sono dotati di ABS - hanno freni posteriori a tamburo.

All'interno, tutto è fatto in modo che il guidatore e i passeggeri non sentano il minimo disagio. E non importa di cosa si tratta - l'ergonomia o solo l'estetica degli interni. Dopo la modernizzazione del 1996, il salone Renault Safrane non è cambiato. È un po 'diverso il volante con il telecomando che si trova sotto le dita e alcune icone sui pulsanti sono state sostituite con altre più distinte.

Dal 1995, è comparso l'airbag anteriore. Dal 1997, gli airbag da 10 litri integrati nei sedili laterali dei sedili anteriori sono stati inclusi nel pacchetto di equipaggiamento standard, riducendo a metà il rischio di lesioni a seguito di un impatto laterale. È diventato anche possibile ordinare il sistema di navigazione Carminat, ma in un primo momento solo le mappe dettagliate della Francia sono state memorizzate nella sua memoria.

La versione superiore della Renault Safrane prima del 1996 era Baccara, e dopo l'aggiornamento era Initiale.

Nei primi anni della sua esistenza, la Renault Safrane aveva una versione a trazione integrale. A causa del suo alto costo, non aveva una grande domanda da parte dei consumatori, quindi dopo il 1996 si decise di interrompere la produzione di versioni a trazione integrale.

Nel 2000, la produzione di Renault Safrane fu chiusa. Questo ha la sua spiegazione logica. Parlando nello stesso segmento con i "tedeschi" tradizionalmente forti, gli ingegneri francesi hanno dovuto presentare qualcosa al mondo che potesse attirare un particolare interesse del consumatore per la loro nuova creazione, ma non c'era un degno sostituto nell'arsenale Renault. Solo nel 2001, la società ha introdotto il modello Vel Satis, che è l'attuale successore di Safrane.

Aggiungi un commento