Toyota celica

Celica è uno dei modelli longevi.

TOYOTA CELICA - Tutto ciò che devi sapere | Fino alla velocità

Il nome ricevuto dalla parola spagnola "celestiale" - "divino", "ultraterreno". Ha fatto il suo debutto nel 1970. Inizialmente, è stato posizionato come un'auto per i giovani con il cuore e l'anima degli automobilisti che avevano bisogno di più di un semplice mezzo di trasporto. Design Celica è stato rivoluzionario per quel tempo. Il modello è stato prodotto in una versione singola: ST, coupé sportiva a 2 porte. Sotto il cofano c'era un motore a 4 cilindri con un volume di 1,6 litri, 75 CV, che consumava circa 10 litri di benzina ogni 100 km.

Nel 1974 apparve il modello GT, che differiva per la sua crescita a 109 CV. Capacità del motore 1,6 litri o nuovo motore da 2,0 litri con 123 CV Nel 1976, il Celica passa con un liftback. È stato offerto solo nella versione GT e posizionato come un'auto di classe sportiva. La velocità massima raggiunse i 210 km / h, che a quel tempo era una cifra vicina a quella astronomica.

Inizialmente, la Toyota Celica era equipaggiata con una sospensione combinata di tipo McPherson (indipendente davanti, dipendente dalla parte posteriore) e aveva anche un cambio manuale a cinque marce, che rendeva la vettura agile, veloce e con una buona stabilità in movimento non solo in linea retta, ma anche in curva, che Celica è andato perfettamente anche a velocità elevate. L'auto perfetta per chi vuole sentirsi un corridore alla guida di una city car.

La seconda generazione di Celica apparve solo dopo 7 anni all'inizio del 1978. Nel corso dei 4 anni della seconda generazione, sono state introdotte 2 versioni, denominate Serie A e Serie B e un numero enorme di modifiche. Quindi i marketer hanno capito quali opzioni sono necessarie per i potenziali acquirenti e per cosa le persone sono disposte a pagare. Le auto presentavano differenze esterne, ad esempio la Serie A offriva proiettori rotondi e paraurti cromati, serie B - fari quadrati e paraurti neri non verniciati. Motori: 1,6, 1,8, 2,0, 2,2 litri.

Nel 1980, sulla base del coupé Celica, fu creata una berlina Toyota Celica Camry a 4 porte che, dopo due anni, emerse come modello indipendente della Toyota Camry.

Nel 1982, fu introdotto il modello di terza generazione, che mantenne la trazione posteriore e i tipi di carrozzeria della generazione precedente. Ci sono stati cambiamenti significativi nel design. Celica ha ricevuto un design "quadrato" e fari "ciechi". Da questo aspetto, i consumatori sono stati felici. La macchina ha acquistato perfettamente. La gamma di motori è stata ampliata con un motore a benzina da 2,4 litri. Nello stesso anno fu introdotta una versione turbo del modello con un motore 3T-TE da 1.8 litri. A quel tempo, Celica aveva perso un po 'di sportività, e nel 1983, per rimediare a questa situazione, Toyota aggiunse il modello GT-S alla gamma di modelli. La sua attrezzatura comprendeva ruote e pneumatici di un raggio più ampio, una sospensione sportiva (indipendente dalle ruote posteriori), una sala con sedili sportivi, un volante e una leva del cambio, rifinita con pelle.

È stato questo modello (designazione di fabbrica RE63) che ha lasciato il segno più evidente nello sport, dando una nuova immagine alla macchina e al marchio nel suo insieme. E con un motore turbo tre volte di fila è stato il primo nel più duro rally di safari africano. Il prodotto più notevole di Celica III è il modello Supra, che è passato a una categoria più "adulta" di "gran turismo".

Il modello di quarta generazione completamente aggiornato è stato rilasciato nel 1986. Ora Celica è stata offerta nelle versioni ST, GT e GT-S; opzioni del corpo - coupé e liftback. A partire da questa generazione, tutte le auto Toyota Celica hanno iniziato a installare la trazione anteriore. Il modello ha un corpo aerodinamico. Il coefficiente di resistenza per quegli anni era semplicemente eccezionale: 0,33. La linea di propulsori offriva motori dello stesso volume, ma con un design diverso: 1,6 l / 124 CV; 2,0 l / 150 cv (con un catalizzatore - 140 cv); 2,0 litri, dotato di un turbocompressore, 175 CV

Verso la metà del 1986 fu lanciata la nuova generazione della Toyota Supra. Era un nuovo sviluppo, creato da zero. Toyota ha smesso di usare il prefisso Celica, dopo di che l'auto si chiamava Supra.

Nel 1989 fu introdotta la quinta generazione.

La morte della Celica, cosa è successo

Stile assolutamente nuovo, trazione anteriore e un corpo aerodinamico: le caratteristiche principali della Celica V, che è stata offerta con un sollevatore e una coupé. La parte anteriore è stata aumentata e le luci posteriori sono state aggiornate, e il simbolo "Celica" è stato sostituito con un tradizionale cartello a tre ellissi. Sono state proposte diverse opzioni: ST, GT, GT-S, convertibile e GT-4. Il modello base ST è stato offerto in due corpi ed è stato equipaggiato con un motore di 1,6 litri che produce 104 hp. I modelli GT e GTS sono stati prodotti solo con un body liftback. Il modello GT-S differiva dal GT in ali più larghe, tutti i freni a disco e una ricca lista di elementi e opzioni standard. Da quest'anno, la versione GT-S era dotata di un sistema di frenatura antibloccaggio ABS.

Dalla modifica di rally della Toyota Celica ST165 nel 1990, fu creato il turbo Toyota Celica ST-185 GT-FOUR 2.0 che, nonostante le ovvie somiglianze con gli "antenati", presentava una serie di differenze significative. Prima di tutto, queste differenze si trovano all'esterno, vale a dire, Celica ha acquisito un aspetto futuristico moderno e perfino in alcuni punti, profili lisci e veloci, piacevoli alla vista, angoli completamente arrotondati. D'altra parte, per un'auto da rally, questo non era solo un requisito estetico, ma anche una necessità, perché cambiando la sagoma dello scafo, gli ingegneri Toyota gli davano caratteristiche aerodinamiche più avanzate. Sono passati molti anni, eppure questa generazione è ancora considerata, secondo gli automobilisti, la più bella e veloce. La Toyota Celica ST185 GT-FOUR ha portato la vittoria del pilota Carl Sainz in diverse competizioni.

Nel 1993, la sesta generazione della Toyota Celica fu presentata al Motor Show di Tokyo. È apparso durante il periodo di boom delle auto della classe RV (veicolo ricreativo). A quel tempo, furono prodotti pochi modelli, progettati specificamente per i giovani per fermare questa tendenza, e fu creata una nuova generazione (a quel tempo) di Toyota Celica. I marketer hanno abbandonato i fari "ciechi". Ora quattro fari tondi coronavano la parte anteriore, per cui la "sesta" Celica veniva chiamata "dagli occhi grandi" dalla gente. Per il mercato giapponese, Toyota ha rilasciato una versione di Curren con un design più standard. Guidare davanti alla macchina; Una scelta di tre tipi di carrozzeria: coupé, liftback e cabriolet. Il salone offre un'ergonomia eccellente. Le attrezzature di base sono dotate di airbag frontali, freni antibloccaggio ABS, aria condizionata.

La versione base nasconde un modesto motore 7A-FE con una capacità di 1,8 litri e una capacità totale di 116 CV sotto il cofano. o 125 hp (nel mercato giapponese, la più modesta era un'unità da 2,0 litri con una potenza di 140 CV e tali autovetture erano designate con le lettere SS1). La Toyota Celica GT (SS2 o SS3) offre un motore da 170-180 CV. Esternamente, il GT può essere distinto da un potente spoiler sul retro. A proposito, l'altezza da terra sui dati del passaporto è di 140 mm. Le auto più "intelligenti" sono state offerte nella versione Celica GT-4 (a volte indicata come Celica Turbo 4WD o SS4). Ha installato un motore turbocompresso con una potenza di 242 CV. (in Giappone - 255 CV) e sistema di trazione integrale.

Questa generazione ha avuto un successo fenomenale nei campionati mondiali di rally - è stato su Celica VI che Cancunnen e Grist sono diventati campioni del mondo nel 1993-1994.

Nel gennaio 1999, al Detroit Auto Show, fu introdotto il concetto XYR, e dopo otto mesi a Francoforte, debuttò la settima generazione di Celica, che ricevette l'indice ZZT-23. L'auto era più corta di 85 mm, più stretta di 15 mm, ma allo stesso tempo il suo passo aumentava di 60 mm. L'arco del tetto allungato - uno schema costruttivo chiamato cabina di prua - ha visivamente ridotto l'auto, sebbene la sua altezza non sia cambiata rispetto al modello precedente. Guida in questa famiglia solo davanti. Toyota rilascia Celica VII in due versioni: la GT e la GT-S.

La vettura ha ricevuto un motore completamente aggiornato: un motore 4 cilindri da 1.8 litri con un sistema WT-i con una capacità di 143 (USA, Europa), 145 (Giappone) hp, e anche 183 (USA) e 190 ad alta potenza (Giappone ) hp Coppia dal motore trasmesso a 5 o 6 marce manuale, così come il cambio automatico a 4 marce.

L'equipaggiamento di serie comprende: due airbag, fendinebbia, tergicristallo posteriore, aria condizionata, volante regolabile, alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata, cruise control, radio AM / FM con lettore CD, coprivolante in pelle. L'elenco delle attrezzature opzionali comprende ABS, airbag laterali, alettone posteriore e portello.

Celica si è guadagnata una reputazione come un'auto in rapido movimento e ha continuato a godere di grande popolarità, essendo uno dei più longevi gruppi automobilistici Toyota. L'uscita di Celica è cessata nel 2005.

Aggiungi un commento